Brunello di Montalcino Bramante 2014

Brunello di Montalcino Bramante 2014

Dalle migliori uve del Podere Sanlorenzo e dalla fusione perfetta tra territorio, vigna e cantina nasce Bramante, un Brunello di Montalcino di grande eleganza e intensità capace di esprimere al meglio, se stesso nel tempo. Vinificato in vasche di acciaio a temperatura controllata, viene successivamenteinvecchiato inbottidilegno.Successivamente all’imbottigliamento viene lasciato riposare per altri 4 mesi prima della sua commercializzazione. Dopo cinque anni Bramante possiede una varietà di profumi e aromi di grande effetto dall’indissolubile connubio. Rosso granato cupo, generoso al naso ha profumi di fiori appassiti, spezie e frutta matura. L’impatto gustativo è subito di estrema piacevolezza con una buona struttura e tannini di esemplare estrazione. Lungo il finale.

Si sposa molto bene con selvaggina fiorentina, tagliata di manzo, pecorino stagionato. Brunello di Montalcino Bramante è in commercio dal febbraio del quinto anno successivo alla vendemmia ed è disponibile nel formato da 0,750 litri e 1,5 litri.

DESCRIZIONE DELL’ANNATA

Sicuramente la mia vendemmia più difficile degli ultimi anni. Un clima difficile con la pioggia e le temperature sotto la media che hanno fatto da linea conduttrice da giugno a settembre.
Maggio e giugno sono stati piovosi, temperature fra la media e sotto la media, è stato difficile contenere la peronospera e non sempre ci sono riuscito.
La fioritura è iniziata il 5 giugno, in ritardo con la media delle ultime annate
La fioritura va abbastanza bene e fra il 15 e il 18 giugno è conclusa
A luglio continua a piovere e le temperature rimangono sotto le medie
Primi accenni di invaiatura il 23 luglio ma in modo uniforme dai primi di agosto
Agosto e i primi venti giorni di settembre hanno un clima atipico, poco sole poco caldo tengono le temperature sotto la media e si rallenta sia l’invaiatura prima che la maturazione dopo. Oltre a questo le numerose piogge iniziano a far uscire le muffe e la sensazione che l’annata sia molto complicata è sempre più reale. Si inizia con un primo diradamento delle uve il 20 di agosto poi a settembre un altro passaggio per togliere un ulteriore 20-30 % di uva, si cerca di salvare il salvabile.
Il clima che tutto l’anno è stato ostile ci ha graziato dalla fine di settembre al 10 di ottobre con giornate calde e soleggiate e questa ha permesso di far maturare bene l’uva. La vendemmia è stata il 9 e 10 ottobre le uve che erano rimaste sulle vite erano in buona parte sane e ben mature, il tenore zuccherino e la maturazione fenolica buona.

Produzione totale bottiglie: 11162 da 0.75 litri e 60 magnum da 1.5 litri

Produzione per ettaro: 45 quintali di uva

Invecchiamento:botte grande

Download PDF

Recensioni per questo vino:

 

 

Dettagli delle altre annate:

2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006 2005 2004 2003 2013
scatola-Brunello